Sergio Armaroli e Fritz Hauser, Structuring the Silence

 

“Structuring the Silence”, il nuovo progetto discografico del duo composto da Sergio Armaroli (Italia) e Fritz Hauser (Svizzera), entrambi compositori, vibrafonisti e percussionisti. Il progetto sarà presentato ufficialmente in concerto lo stesso giorno a Basilea presso “Atelier Isabel Bürgin” (Klybeckstrasse 14A, 4056 Basel). La poetica di Sergio Armaroli abbraccia molteplici ambiti espressivi alla costante ricerca di un’unità dell’esperienza. Si dichiara pittore, percussionista concreto, poeta frammentario e artista sonoro oltre a fondare il proprio operare all’interno del “linguaggio del jazz” e dell’improvvisazione come “estensione del concetto di arte”. Concentrato su una scrittura diffusa, consapevole di essere produttore “di-segni”, dove l’invenzione verbale è “gesto poetico”, nella vita è costretto ad uno sforzo pedagogico costante (www.sergioarmaroli.com). Svolge un’intensa attività artistica caratterizzata da un eclettismo stilistico accentuato con una tendenza alla dispersione linguistica come alla rinuncia e ad una forte predilezione per il “silenzio”. Si è esibito in qualità di “attore musicale” e percussionista concreto in prestigiosi teatri e sale da concerto internazionali esponendo come artista in ambito off e sperimentale. Ha al proprio attivo numerose pubblicazioni in campo teorico musicale e poetico. Questo è il suo sesto cd con l’etichetta Dodicilune dopo “Prayer and request” (2010) e “Vacancy in the Park” (2015) con Axis Quartet, “Early Alchemy” (2013) un solo di marimba e “Tecrit” (2014) con Riccardo Sinigaglia (santur elettrico, flauti barocchi ed elettronica) e “Micro and More Exercises” con Giancarlo Schiaffini (2016).

(Dodicilune Records)

Se vuoi inserire un tuo commento rispondi...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: