Beas, Stolen Diamonds

Alla fine degli anni ’90, Emilia Vecchi – intellettuale, umanista e appassionata di canto – decise di realizzare un album musicale concept, dedicato al mondo della notte, nella sua anima più dolce e sognante. Con l’aiuto di Marco Lincetto selezionò una serie di celebri canzoni, attingendo dal mondo del pop e del rock internazionale e italiano; e affidò quindi questi brani al compositore e arrangiatore Oscar Del Barba. Ben noto a livello internazionale per le sue non comuni qualità musicali di autore e interprete e per il suo particolarissimo stile compositivo che sa mescolare con inusuale ricercatezza ed eleganza gli stilemi classici con quelli del jazz e della musica popolare, il Maestro Del Barba realizzò una partitura musicale inedita, omogenea ed unitaria, in cui due differenti organici strumentali, atipici e fra loro quasi agli antipodi, diedero vita ad un’opera che nel momento stesso in cui venne scritta, diventò già un classico senza tempo, bellissimo e al tempo stesso affascinante anche per la sua estrema difficoltà per chiunque volesse cimentarsi nel canto. Venne quindi registrata questa base strumentale su cui successivamente la stessa Emilia Vecchi, dopo un lungo percorso di studio, cantò i testi originali per un disco che venne pubblicato nel 2003 dalla nostra etichetta Sicut Sol.

Oggi, a distanza di circa 15 anni da quei giorni, Emilia Vecchi ha “accettato di farsi rubare” i leggendari file originali delle basi strumentali dalla giovane, ma già stimata cantante Beàs, per questo suo primo disco da solista, non a caso intitolato “Stolen Diamonds”.

Con questa operazione Emilia Vecchi e Marco Lincetto trasferiscono nel mondo della cosiddetta musica “non classica” quella che è invece una consuetudine per il mondo della musica classica, ovvero la reinterpretazione di una partitura in qualche modo “scritta” (nel nostro caso anche già parzialmente registrata). Le basi strumentali, registrate nel 2002, sono infatti state remixate da Marco Lincetto per armonizzarle alla voce di Beàs, che ha cantato oggi i testi, offrendone un’interpretazione giustamente nuova e originale.

(Velut Luna)

Se vuoi inserire un tuo commento rispondi...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: