Il 25 settembre a Verona al Teatro Filarmonico, Seong-Jin Cho

 

A ventun anni, il pianista coreano Seong-Jin Cho ha conquistato il Premio più ambito fra i pianisti, quello consacrato a Fryderyk Chopin. Di quell’alloro si sono fregiati Maurizio Pollini, Martha Argerich (che sedeva in Giuria a quest’ultima edizione), Krystian Zimerman. Eppure, la sensibilità di questo nuovo laureato aveva già conquistato la massima attenzione nel mondo musicale ancora prima della consacrazione di Varsavia, come è attestato dalle sue collaborazioni con Lorin Maazel, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev. Per l’ occasione, accompagnato dall’ Orchestra della Fondazione Arena di Verona e diretto dal M° Julien Masmondet, eseguirà il seguente programma:

Samuel Barber, Adagio per archi Op. 11, Fryderyk Chopin, Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in fa minore Op. 21, Antonin Dvořák, Sinfonia n. 9 in mi minore Op. 95 “Dal Nuovo Mondo”.

Se vuoi inserire un tuo commento rispondi...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: