Da domenica 8 ottobre a Tortona “Perosi. Città della Musica”

Inaugurazione domenica 8 ottobre all’ex Cotonificio Dellepiane con l’esibizione del controtenore protagonista della musica antica Raffaele Pe. Venerdì 13 seguirà il concerto “Perosi Project” con il violoncellista Claudio Merlo e il chitarrista polistrumentista Roberto Diana. Ingresso libero.

Grande attesa per il ritorno a Tortona di “Perosi- Città della musica” 2017, la manifestazione in onore del celebre compositore tortonese che quest’anno è dedicata al tema “LUCEBUIO: la speranza oltre ogni oscurità” e ripropone un calendario ricco di appuntamenti.

Fra i numerosi eventi gratuiti che animeranno i luoghi storici della cittadina piemontese (calendario completo su www.lorenzoperosi.net ) si segnala l’esibizione del giovane controtenore Raffele Pe che domenica 8 ottobre ore 21 all’ ex Cotonificio Dellepiane, inaugurerà la settimana della musica con un concerto dedicato a Monteverdi per il 450° anniversario della sua nascita, includendo anche alcuni brani inediti del maestro Perosi come il Dies Irae tratto dalla Grande Messa da Requiem (eseguita anche al Funerale di Guglielmo Marconi), di cui la Diocesi di Tortona possiede il manoscritto autografo

Durante la serata, le singolari doti vocali del cantante faranno da sfondo all’apertura della personale dell’artista italoargentino Raul Gabriel, un’esposizione di tele dipinte bianco su bianco incentrate sulla corporeità della luce.

Apprezzato in tutto il mondo per la passione, la freschezza e la competenza storica dimostrata nel repertorio operistico e nella recitazione cantata, a soli 32 anni Raffaele Pe è uno dei più noti controtenori italiani ed è considerato un vero protagonista della musica antica internazionale.

Formatosi nell’ambito della Cappella musicale del Duomo di Lodi, città che gli ha dato i natali, ha approfondito lo studio della vocalità a Londra con Colin Baldy e Nicholas Clapton, e in seguito a Bologna con Fernando Cordeiro Opa.

Grazie al precoce talento, nel 2009 è stato scelto da Sir John Eliot Gardiner per il prestigioso Monteverdi Apprenticeship Scheme e nel 2012 per il Britten Pears Young Artist Programme a Aldeburgh.

Acclamato dal pubblico e dalla critica, ad oggi le sue esibizioni sono state trasmesse dalle principali reti europee fra cui BBC, MezzoTV, Culturebox, Radio France, Rai, RSI, ORF e Polskie Radio.

A seguire venerdì 13 ottobre alle ore 21, sempre nella suggestiva cornice di archeologia postindustriale dell’ ex Cotonificio Dellepiane, è atteso un altro importante esponente del panorama musicale italiano: il chitarrista e polistrumentista sardo Roberto Diana, due volte nominato agli Independent Music Awards (2013 Miglior album Strumentale, 2016 Miglior EP Strumentale) e attualmente in selezione per le nomination mondiali come miglior album pop strumentale ai GRAMMY 2018, che si esibirà nel concerto “Project Perosi” un’operazione di contaminazione musicale: il concerto prevede l’esecuzione di brani classici e pop eseguiti con strumenti acustici moderni insieme al noto violoncellista tortonese Claudio Merlo accompagnato dalla pianista Daniela Demicheli.

Dallo stile potente e delicato, in grado di miscelare perfettamente la musica tradizionale della sua terra con elementi moderni e virtuosismi, Diana è un chitarrista sapiente e abituato a suonare qualsiasi strumento a corde come chitarre elettriche, acustiche, lap steel, dobro, Weissenborn, banjo e molti altri; il risultato è una musica caratterizzata dalla forte componente Rock n’ Roll che riesce ad armonizzarsi alla perfezione con grandi e coinvolgenti melodie.

In un mercato discografico dominato dai suoni commerciali, il musicista è riuscito a ricavare il proprio spazio proponendo un progetto ricco di esperienze intime e personali, toccanti ed emozionanti, lontano da tutto ciò che è convenzionale.

Chitarrista e produttore, vanta all’attivo più di 40 dischi ed è stato invitato a suonare nelle più importanti fiere musicali del mondo inclusi il NAMM Show (Los Angeles), il MusikMesse (Francoforte), Disma , SHG (Milano), ADGPA Italy e Acoustic Guitars International Meeting(Sarzana).

Il progetto ‘Perosi. Città della musica’, nato nel 2016 per iniziativa di Paolo Padrini e grazie al protocollo di intesa culturale tra Diocesi di Tortona, Comune di Tortona, Fondazione Cassa di Risparmio Tortona, Famiglia orionina, Pro Iulia Dertona, è centrato sulla figura del suo celebre concittadino don Lorenzo Perosi, musicista conosciuto a livello internazionale.

Si tratta di una Settimana dell’arte e della musica, con la quale Tortona rende omaggio all’insigne compositore per valorizzare la musica sul territorio tortonese e piemontese. Oltre ai due eventi musicali e alle mostre di Raul Gabriel (ve ne sarà anche una al Museo Diocesano che dura fino al 27 novembre e che vede Gabriel in dialogo con l’arte antica e il Divisionismo di Pellizza da Volpedo), domenica 15 ottobre, nella Chiesa di S. Maria Canale della città, si svolgerà il concerto conclusivo “In Perosi Memoriam”, con la partecipazione della nuova realtà musicale giovanile tortonese “Accademia cameristica Perosi”, diretta dal M° Vittorio Marchese, che per la prima volta si esibirà in un concerto di musiche europee coeve a quelle del maestro Lorenzo Perosi. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero e gratuito.

Se vuoi inserire un tuo commento rispondi...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: