IN EDICOLACOSTRUIRE HIFI #241 - Maggio 2019

Moderatori: Fran65, abassanelli, Un_Moderatore, Pierluigi Marzullo, marco59

Avatar utente

Topic author
Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 36999
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

COSTRUIRE HIFI #241 - Maggio 2019

#1

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » domenica 12 maggio 2019, 9:46

Immagine
Immagine

COVER STORY
Amplificatore HMC
La scelta del padrone (1^ parte)
di Ari Polisois

TEORIA
Acustica per tutti:
allestimento di una sala prove
per trio rock (1^ parte)
di Marco Bonioli

PRATICA
Volume EEpot (1^ parte)
di Luigi Carlo Gasparini Scalzi

ABC
ABC-D
nr. 1 – Logica binaria
di Marco Rampin

SPECIALE
II raduno audio-costruttori
Torre di San Vincenzo (30-31/03)
di Marco Bonioli

II raduno audio-costruttori
Torre di San Vincenzo (30-31/03)
Insieme si vince tutti
di Federico Carioligi

:D


Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)


AlexHRider
Messaggi: 423
Iscritto il: venerdì 23 marzo 2018, 8:35
Italy

#2

Messaggio da leggere da AlexHRider » domenica 12 maggio 2019, 10:33

Ce l'ho :mrgreen:

Avatar utente

ilbrazzo
Messaggi: 1076
Iscritto il: lunedì 16 giugno 2008, 10:47
Italy

#3

Messaggio da leggere da ilbrazzo » giovedì 16 maggio 2019, 11:37

Ritirato domenica scorsa...

Interessante l'iniziativa dell'ABC-D anche se magari si poteva patire da qualcosa di più "semplice".
Perchè, restando in tema, "al mondo ci sono 10 categorie di persone: quelle che capiscono la logica binaria e quelle che non la capiscono" :D
Federico


AlexHRider
Messaggi: 423
Iscritto il: venerdì 23 marzo 2018, 8:35
Italy

#4

Messaggio da leggere da AlexHRider » giovedì 16 maggio 2019, 12:09

ilbrazzo ha scritto:
giovedì 16 maggio 2019, 11:37

Perchè, restando in tema, "al mondo ci sono 10 categorie di persone: quelle che capiscono la logica binaria e quelle che non la capiscono" :D
buona questa :mrgreen:

Avatar utente

Easy-Lab
Messaggi: 152
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2017, 16:47
Italy

#5

Messaggio da leggere da Easy-Lab » giovedì 16 maggio 2019, 20:17

Scusate ma non erano 11 le categorie... la terza che ama stare con le persone colte. :D :D :D :D

saluti a tutti.


riccardo1185
Messaggi: 345
Iscritto il: giovedì 29 novembre 2007, 11:26
Località: caserta

#6

Messaggio da leggere da riccardo1185 » domenica 19 maggio 2019, 12:42

faccio inoltre presente che nell'articolo Volume EEpot mancano le figure 12,13,14

Avatar utente

ilbrazzo
Messaggi: 1076
Iscritto il: lunedì 16 giugno 2008, 10:47
Italy

#7

Messaggio da leggere da ilbrazzo » domenica 19 maggio 2019, 15:17

Sarà una cosa "personale" ma io sinceramente faccio fatica a capire fino in fondo sia gli articoli che gli schemi di Ari.
Ad esempio in questo numero si propongono due soluzioni per la finale (quelle definite A e B) che da un punto di vista circuitale sono assolutamente identiche mentre osservando i dati ci sono differenze importanti per il punto di polarizzazione delle finali, in particolare la corrente a riposo.
Leggendo l'articolo sembra che la polarizzazione differente sia una conseguenza della topologia circuitale del VAS, che però a me, sempre dal punto di vista circuitale, sembra un normale ingresso come ne ho visti tanti in vari circuiti; ossia tale da non poter andare a modificare sostanzialmente il punto di lavoro delle finali.

Dove sto sbagliando?
Federico


zerooffset
Messaggi: 1577
Iscritto il: lunedì 26 ottobre 2009, 12:57

#8

Messaggio da leggere da zerooffset » giovedì 23 maggio 2019, 14:42

Con molto ritardo ma ce l'ho pure io.
Non vedo l'ora di leggere l'articolo sull'allestimento di una sala prove.

Avatar utente

SHAR_BO
Messaggi: 1480
Iscritto il: mercoledì 24 ottobre 2012, 14:11
Località: BOLOGNA

#9

Messaggio da leggere da SHAR_BO » giovedì 23 maggio 2019, 16:14

ilbrazzo ha scritto:
domenica 19 maggio 2019, 15:17
Sarà una cosa "personale" ma io sinceramente faccio fatica a capire fino in fondo sia gli articoli che gli schemi di Ari.
Ad esempio in questo numero si propongono due soluzioni per la finale (quelle definite A e B) che da un punto di vista circuitale sono assolutamente identiche mentre osservando i dati ci sono differenze importanti per il punto di polarizzazione delle finali, in particolare la corrente a riposo.
Leggendo l'articolo sembra che la polarizzazione differente sia una conseguenza della topologia circuitale del VAS, che però a me, sempre dal punto di vista circuitale, sembra un normale ingresso come ne ho visti tanti in vari circuiti; ossia tale da non poter andare a modificare sostanzialmente il punto di lavoro delle finali.
Come noto non sono un valvolaro ( leggasi un esperto sull'uso delle valvole ) ma anche a me gli articoli di Ari P. mi lasciano sempre molto perplesso.
Non che voglia mettere in discussione la competenza tecnica dell'uomo, ma trovo gli articoli quanto meno " . . . . ".
In quest'ultimo cito :
a- pare che il circuito del finale possa raggiungere un grado di perfezione ( naturalmente solo grazie all'uso degli speciali TU progettati da Ari ) tale che si possa addirittura percepire quando la sorgente sonora si muove orizzontalmente da un canale all'altro.
Ma non dovrebbe essere una prestazione normale per un sistema appena decente ?
b- verso il finale dell'articolo c'è poi un discorso non ben finalizzato secondo il quale un determinato suono che esce dagli altoparlanti a causa del tempo di volo verso l'ascoltatore possa venire sovrapposto dai suoni che escono immediatamente dopo.
Avrò capito male ?
Adriano Cagnolati

Rispondi PrecedenteSuccessivo

Torna a “IN EDICOLA”