L'ANGOLO DEL PRINCIPIANTEbi-amp cinese

Moderatori: Fran65, pergo, abassanelli, Un_Moderatore, Pierluigi Marzullo, marco59

Avatar utente

Topic author
carlos
Messaggi: 15
Iscritto il: lunedì 15 settembre 2008, 23:34
Località: s.miniato/pisa
Contatta:

bi-amp cinese

#1

Messaggio da leggere da carlos » martedì 11 giugno 2019, 20:13

Chiedo aiuto per un dubbio amletico da perfetto principiante.
Essendo in possesso di 2 schede che montano il ta 2024, notoriamente non un mostro di potenza, volevo provare una biamplificazione.
Di solito su queste schede viene montato un potenziometro da 50K ma.......se il potenziometro ne deve pilotare 2?
Il mio istinto dice : 2 schede - doppio carico - 100K. Seguo l'istinto o devo cambiare hobby? Si lo sò che dovrei mettermi a studiare.......quando avrò la pensione sicuramente lo farò (se sarò ancora vivo). Ciao e grazie per la risposta.


che spettacolo!!!!!!!

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#2

Messaggio da leggere da MaxVarese » martedì 11 giugno 2019, 20:28

Tu hai due schede kit cinesi con quell'integrato ognuna già dotata di potenziometro da 50k per attenuare il segnale in ingresso e vuoi collegare gli ingressi in parallelo con un unica sorgente?

O il potenziometro non c è?

Per dimensionare il potenziometro bisogna conoscere l'impedenza d'uscita della sorgente e l'impedenza d'ingresso del singolo stadio amplificatore..
A quel punto si stabilisce se può bastare un potenziometro e di che valore o se sia necessario aggiungere un o più buffer..
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#3

Messaggio da leggere da MaxVarese » martedì 11 giugno 2019, 21:01

https://www.ebay.it/itm/Mini-TA2024-HIF ... SwDshZ3KnG
Ma per caso è questo?
Nelle caratteristiche l'impedenza d'ingresso non è menzionata, potremmo supporre che aderisca allo standard dei 47k ma non ne siamo certi..
Hai strumenti ? Anche solo un multimetro digitale?
Per provare a misurarla...
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

Topic author
carlos
Messaggi: 15
Iscritto il: lunedì 15 settembre 2008, 23:34
Località: s.miniato/pisa
Contatta:

#4

Messaggio da leggere da carlos » martedì 11 giugno 2019, 21:53

Esatto MaxVarese la scheda è proprio quella( la base di partenza perlomeno) Strumenti? multimetro e stop.....altrimenti che principiante sarei?
che spettacolo!!!!!!!

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 36999
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#5

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » martedì 11 giugno 2019, 22:12

Basta andare a cercare il datasheet ;)

( https://pdf1.alldatasheet.com/datasheet ... A2024.html )
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#6

Messaggio da leggere da MaxVarese » martedì 11 giugno 2019, 23:56

L'impedenza d'ingresso non è esplicitamente dichiarata sul data sheet :( ho cercato dati utili a calcolarla in maniera indiretta ma non ne danno..(Si presume alta c è un op amp in ingresso)

Ma rimane il dubbio perché non conosciamo lo schema dello stadio d'ingresso della scheda, anche se spesso queste schede cinesi ricalcano esattamente gli schemi esempio riportati sui data sheet dei componenti..

Che facciamo ? Misura col Metodo del potenziometro?
Ho visto l'economicita dell' oggetto prove empiriche a orecchio?
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 36999
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#7

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » mercoledì 12 giugno 2019, 0:41

Leggi il post #5 - schema a pag. 5 ... ;)
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Rispondi PrecedenteSuccessivo

Torna a “L'ANGOLO DEL PRINCIPIANTE”